fbpx

Voci d’oro per l’inaugurazione del XIV° Bellini Festival: Roberto Abbondanza e Angela Nisi stregano il pubblico a Palazzo Biscari. Aperta la mostra sulla “Norma”

Voci d’oro per l’inaugurazione del XIV° Bellini Festival: Roberto Abbondanza e Angela Nisi stregano il pubblico a Palazzo Biscari. Aperta la mostra sulla “Norma”

Roberto Abbondanza ed Angela Nisi stregano il pubblico con un raffinato concerto a Palazzo Biscari nel giorno del 187° anniversario della morte del compositore.

Il festival, diretto da Enrico Castiglione, continua fino al 3 novembre con star della lirica e rarità: prossimo appuntamento il 29 settembre con il pianista Ruben Micieli.

Inaugurata la XIV edizione del BELLINI FESTIVAL a Catania

Inaugurata a Catania, venerdì 23 Settembre 2022, nei sontuosi saloni del principesco Palazzo Biscari, la XIV edizione del Bellini Festival, la prestigiosa manifestazione diretta da Enrico Castiglione, con un concerto dedicato a Vincenzo Bellini che ha visto protagonisti acclamatissimi il celebre baritono Roberto Abbondanza e il soprano Angela Nisi, astro nascente del Belcanto internazionale, che per la prima volta ha partecipato al Festival Belliniano della città di Catania. Come da tradizione, il Concerto inaugurale ha avuto luogo nel giorno esatto del 187° anniversario della morte di Vincenzo Bellini e ancora una volta nel monumentale principesco salone di rappresentanza di Palazzo Biscari, dove il compositore mosse i suoi primi passi musicali.

Roberto Abbondanza ed Angela Nisi hanno offerto un vasto repertorio di arie operistiche e non solo: il programma si è aperto con l’aria “Dolente immagine” di Vincenzo Bellini, che ha dato il titolo al Concerto, e subito ha dato al pubblico l’emozione della bellezza della struggente melodia di Bellini, per poi proseguire con altre due sue arie da camera come “Vaga luna” e “Per pietà bell’idol mio”. E’ stato quindi un crescendo di intensità confermato dalle arie tratte dalle opere di Bellini, innanzitutto Il pirata, di cui Angela Nisi ha offerto una toccante interpretazione di “Oh! S’io potessi dissipar le nubi…Col sorriso d’innocenza” e “Oh, Sole! Ti vela” (scena e aria finale di Imogene). Oltre alla musica di Bellini sono state quindi eseguite arie di altri compositori: di Gioacchino Rossini “Resta immobile” dal Guglielmo Tell, e la canzonetta di raro ascolto “La promessa”, e di Gaetano Donizetti, con “Amor, voce del cielo”, a due voci.

Ma il Concerto ha raggiunto il suo culmine con le arie dalla Norma  “Casta diva… Ah! Bello a me ritorna” e ancora di più nella parte finale con tre momenti cruciali della Beatrice di Tenda: una partecipatissima aria “Oh! Divina Agnese!…Come t’adoro” cantata da Roberto Abbondanza nel ruolo di Filippo, la scena ed aria di Filippo “Rimorso in lei?…Qui m’accolse oppresso, errante”, nonché il recitativo e duetto di Beatrice e Filippo “Tu qui, Filippo”.

Un programma inaugurale di grande rigore, senza tagli e riduzioni, che ha visto Eugenia Tamburri ottima accompagnatrice al pianoforte per oltre un’ora e mezza di grande repertorio belliniano e non solo, che ha stregato un pubblico eterogeneo di appassionati e non solo tanto da acclamare lungamente in standing ovation gli artisti, che hanno regalato alla fine un divertentissimo “Duetto buffo di due gatti” di Gioachino Rossini.

Sempre lo stesso 23 Settembre e sempre a Palazzo Biscari è stata poi inaugurata alle 19.00, poco prima del Concerto inaugurale, la mostra fotografica intitolata Sulle sacre pietre: “Norma” al Teatro Antico di Taormina, in programma fino al 3 novembre, giorno della conclusione della XIV edizione del Bellini Festival. La mostra, a cura di Domenick Giliberto, presenta immagini tratte dalla Norma messa in scena nel 2012 al Teatro Antico di Taormina con la regia teatrale e cinematografica e le scene di Enrico Castiglione nell’ambito della quarta edizione del “Bellini Festival”: rappresentazione che come si ricorderà fu trasmessa in diretta dalla RAI quale inaugurazione delle trasmissioni in digitale di RAI 5 in Sicilia, oltre che in diretta via satellite in mondovisione in oltre 700 sale cinematografiche sparse in tutta Europa. Una produzione di grande successo del capolavoro belliniano firmata da Enrico Castiglione come regista teatrale e regista della diretta televisiva e cinematografica, nonché scenografo dell’allestimento, che nel 2012 ha stabilito uno dei record di RAI 5 per la lirica, oltre ad esser vista in diretta da migliaia di persone nei cinema di tutta Europa. Un omaggio ad Enrico Castiglione, fondatore e direttore artistico fin dal 2009 del Bellini Festival, che resta ad oggi uno dei registi di fama internazionale che maggiormente abbia valorizzato le opere di Vincenzo Bellini, non solo nella sua città di Catania e in Sicilia (con allestimenti nei teatri di pietra della Norma a Catania, Taormina e a Siracusa), ma anche nel mondo: tra i numerosi allestimenti, sua è la regia ad esempio della prima messa in scena in assoluto della Norma in Cina, rappresentata a Shenzen per la prima volta nel 2013.

Il prossimo appuntamento della rassegna è in programma il 29 settembre, presso la tradizionale sede della Badia di Sant’Agata, luogo d’eccellenza di Catania, con il Concerto “Allegretto”, che vedrà protagonista uno dei più brillanti pianisti siciliani, Ruben Micieli, impegnato nella riscoperta di numerose trascrizioni ottocentesche delle melodie più celebri di Bellini.

Fondato a Catania nel 2009 da Enrico Castiglione insieme all’allora Provincia di Catania (oggi Città Metropolitana di Catania), in collaborazione con il Comune di Catania, la Regione Siciliana, l’E.A.R. Teatro Massimo Bellini, l’Università degli Studi di Catania, la Camera di Commercio e l’Arcivescovado, il Bellini Festival vuole nuovamente offrire un articolato programma attraverso le sue storiche sezioni “Bellini Opera Festival”, “Bellini Renaissance”, “Bellini International”, “Festival della Melodia Belliniana”.

Dopo tredici edizioni il Bellini Festival, manifestazione già riconosciuta di “rilevanza turistica” dalla Regione Siciliana/Assessorato al Turismo Sport e Spettacolo e da sempre inserita nel Calendario delle grandi manifestazioni turistiche della stessa Regione Siciliana, ha ricevuto il riconoscimento ufficiale del Ministero della Cultura accedendo ufficialmente già dallo scorso anno ai fondi del F.U.S. (Fondo unico dello Spettacolo) e da quest’anno ai fondi triennali che vengono assegnati dall’apposita commissione governativa ai grandi festival italiani di riconosciuto prestigio. Un risultato che premia il lavoro incessante portato avanti in tutti questi anni senza sosta e con sempre rinnovato successo dal Maestro Enrico Castiglione, instancabile direttore artistico ed assoluto deus ex machina del Festival Belliniano della città di Catania, che rende finalmente onore a Vincenzo Bellini tra i grandi compositori dotati di un proprio festival nella propria città natale: come Rossini a Pesaro, Verdi a Parma, Puccini a Torre del Lago, Donizetti a Bergamo, ma che soprattutto certifica ancora una volta come il Bellini Festival nato nel 2009 sia uno dei maggiori festival italiani che abbia conquistato la scena internazionale grazie anche alle continue dirette televisive e nei cinema dei propri allestimenti operistici, alla partecipazione delle grandi star della musica e dell’opera e alle prestigiose coproduzioni operistiche internazionali.

Tutti i biglietti della XIV edizione del Bellini Festival, promosso dalla Fondazione Festival Belliniano insieme al portale televisivo musicalia.tv, sono in vendita nelle abituali prevendite su tutto il territorio nazionale attraverso i circuiti vivaticket.it, ticketone.it, diyticket.it e soprattutto in tutti i punti vendita, edicole e tabaccherie Sisal e Mooney Pay, oltreché on line sui rispettivi siti e sul sito ufficiale, dove potrà anche trovato il programma completo, bellini-festival.org e festivalbelliniano.org.

VAI ALL'EVENTO

Nella foto: Roberto Abbondanza, Eugenia Tamburri, Enrico Castiglione e Angela Nisi (© Domenick Giliberto)

error: Contenuto protetto!