Granita di Mandorle

Come ogni anno il caldo mi trova sempre impreparato. Eccomi qui che boccheggio sul divano come fa un pesce rosso che, in preda ad uno sconsiderato desiderio di libertà, si è accidentalmente catapultato fuori dalla sua boule. La mia unica colpa è stata forse quella di essermi liberato del ventilatore con troppa leggerezza, non appena il tecnico è venuto a montare l’impianto di condizionamento, e soprattutto di non aver controllato che quest’ultimo funzionasse dopo la pausa invernale!!!

Panelle

Cari amici il vostro Chef Fregolì è quasi pronto per la partenza, fra poco meno di due settimane, biglietto alla mano, salirà su un volo che lo porterà in poco più di un’ora nella sua, ma anche vostra, adorata Sicilia! Nell’attesa di questo tanto agognato momento, ma soprattutto pregustando le numerose passeggiate tra i vicoli di Palermo, laddove le friggitorie sono l’incarnazione dei sogni di tutti gli amanti del buon cibo, ho ben pensato di sfogliare un vecchio album fotografico e sapete quale foto ha attratto più di tutte le altre la mia attenzione?

I Ricci di Mandorle

Le mandorle sono spesso utilizzate in Sicilia nella preparazione di piatti dolci e salati, probabilmente perché sono un ingrediente da sempre coltivato in tutta la regione. Oggi voglio raccontarvi di una particolare ricetta, resa famosa nel mondo da un romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa prima e da un film di Luchino Visconti poi, e conosciuta con il nome di Ricci del Gattopardo.

Impanata alla Messinese

A Messina con il pescespada si prepara l’Impanata, che non ha nulla a che vedere con le varie cotolette, ne con le panature ma è semplicemente una squisita torta salata con ben cinque livelli, che vedono alternarsi foglia e ripieno.

Spesso inserita, nei vari ricettari, fra i secondi può essere anche un ottimo piatto unico o addirittura da asporto, perché al termine della cottura, presenta un aspetto, ed una consistenza simile a quella di una focaccia ripiena.

Cannoli Siciliani

“Tubus farinarius, dulcissimo, edulio ex lacte factus”, ovvero “Cannolo farinaceo fatto di latte per un dolcissimo cibo”. Questo diceva Marco Tullio Cicerone per definire uno dei simboli isolani per eccellenza il Cannolo Siciliano, dolce tipico della terra siciliana, la cui origine però è alquanto controversa. La storia del cannolo è stata descritta dal duca Alberto Denti di Prajno nel suo libro “Siciliani a tavola”. Il duca, vero cultore della gastronomia siciliana, sostiene che il dolce sia stato inventato dalle suore di clausura in un convento dei dintorni di Caltanissetta.

Cotolette alla Palermitana

Tutti voi conoscete sicuramente le cotolette nella classica ricetta milanese, ma forse non sapete che esiste un’alternativa altrettanto valida che ha avuto origine non nella grigia città lombarda, ma nella soleggiata e caldissima Sicilia. A Palermo, le Cotolette si preparano aggiungendo alla panatura un trito di olive e capperi, per un sapore più deciso e corposo, e di caciocavallo grattugiato, che in Sicilia viene utilizzato in moltissime preparazioni. La ricetta è semplicissima, e lascia libero arbitrio sulla quantità di odori che vorrete aggiungere, ovviamente vi consiglio di non esagerare, affinché un piatto sia ben riuscito, i diversi sapori devono essere equilibrati.

Spaghetti con le Uova di Ricci

Maggio è alle porte, gli alberi son già un tripudio di fiori e anche le rose si apprestano a sbocciare in tutta la loro regale bellezza. Per deformazione professionale però ci tengo a dire che Maggio, ma anche Giugno non gli è da meno, è il mese ideale per la raccolta dei ricci di mare. Avete presenti quelle “simpaticissime” sfere ricoperte di aculei che nessuno mai desidera trovarsi conficcati sulla pianta dei piedi durante una passeggiata sulla battigia? Ecco, se in questo caso i ricci rappresentano uno spiacevole inconveniente per la vostra vacanza, portati in tavola potrebbero rendere invece i vostri pasti assolutamente indimenticabili!

Pasta cu Niru di Sicci (col Nero di Seppia)

Ci sono colori e colori, quello che Chef Fregolì predilige sopra ogni altro è un non colore: il nero, ravvivato qua e la da un tocco di giallo, di verde, di rosso o in base all’estro e all’umore del momento. Oggi mi sento total black, tant’è vero che è da questa mattina che ascolto ininterrottamente brani di uno dei gruppi più dark di sempre, i The Cure di Robert Smith, che con il nero ha sempre avuto un rapporto che definirei confidenziale, e forse proprio ispirato da questo folletto gotico e dalle note di Disintegration, ho deciso che oggi avrei messo del nero nel mio piatto.

Polpette di Sarde

Oggi il vostro Chef, vuole proporvi una ricetta per preparare delle ottime polpette di pesce. La Sicilia, si sa, è una regione dove la pesca è sempre stata una delle principali fonti economiche.
Fra le varietà di pesce che finiscono nelle reti a largo delle coste della Trinacria, le sarde sono una delle più abbondanti ed economiche, e proprio per questo motivo il loro utilizzo è largamente diffuso nella cucina tipica regionale.

Pesto alla Siciliana

Oggi vogliamo proporvi una ricetta semplicissima da realizzare, perché non prevede alcuna cottura se non quella della pasta. Di che si tratta? Ma è ovvio, parleremo del Pesto, non nella classica e famosissima ricetta genovese, ma nelle altrettanto ottime varianti siciliane! La primavera è appena cominciata, il sole inizia a bruciare, ed in noi scarseggia la voglia di passare troppo tempo ai fornelli: si desiderano sapori freschi e piatti veloci e profumati.

Pignolata Messinese

Ecco la volta di un altro dolce siciliano: la Pignolata Messinese. Da Trapani e Palermo ci spostiamo verso Messina dove la Pignolata glassata, tradizionalmente preparata durante il Carnevale, è diventata il dolce simbolo della città. Originariamente la Pignolata era un dolce ricoperto di miele la cui forma ricordava quella di una pigna, introdotto in Sicilia dai Romani, e preparato in occasione della festa pagana del Carnem Levare.

Cassatelle Trapanesi e Palermitane

La cucina siciliana è fatta di tantissime prelibatezze salate, ma i dolci non sono da meno, ed abbiamo deciso, quindi, di regalarvi la ricetta di un dolce tipico e dal sapore delicato. Se sentite la parola Cassatella, sicuramente l’associate all’aspetto ed al sapore della Cassata Siciliana. Errore! Le Cassatelle non hanno nulla a che vedere con la più famosa Cassata se non, a volte, la crema di ricotta. Tipiche del trapanese, ma diffuse in tutta l’isola con nomi e ripieni differenti, le Cassatelle sono un dolce tipico…

Pasta alla Norma

Chiudete gli occhi e pensate a Catania, ecco che tornano alla mente i resti del Teatro Romano, la regalità del Castello Ursino, il profilo imponente dell’Etna e… la Pasta alla Norma! Sebbene non sia un monumento storico o una caratteristica paesaggistica, questo succulento piatto di pasta rimane nel cuore di tutti coloro che hanno visitato la città.

Anelletti al Forno

E’ bella Palermo, e ancora più bello è perdersi fra le vie del centro storico e passeggiare senza una vera meta, lasciandosi guidare dal profumo di buono che si diffonde nell’aria; e quando la fame inizia a farsi sentire è meraviglioso entrare in una delle tante rosticcerie o trattorie e farsi venire l’acquolina in bocca anche solo leggendo il menù!