I massimi esperti italiani dell’area del farmaco a confronto venerdì 26 febbraio, per la XIX Conferenza Nazionale sulla Farmaceutica, promossa dall’Università di Catania

I massimi esperti italiani dell’area del farmaco a confronto venerdì 26 febbraio, per la XIX Conferenza Nazionale sulla Farmaceutica, promossa dall’Università di Catania

Le Sfide Regolatorie della Pandemia da Covid-19

I massimi esperti italiani dell’area del farmaco a confronto venerdì 26 febbraio per la XIX Conferenza Nazionale sulla Farmaceutica, promossa dall’Università di Catania

Le sfide regolatorie della pandemia da COVID-19: sarà questo il tema della XIX Conferenza Nazionale sulla Farmaceutica, che si svolgerà online dalle 10:00 alle 13:30, il prossimo 26 febbraio.                                                                                                                                                       

L’evento è promosso dal Master di II livello in Discipline Regolatorie del Farmaco e dal CERD (Centro di Ricerca e Consultazione su HTA e Discipline Regolatorie del Farmaco) dell’Università di Catania, e coordinato dal Prof. Filippo Drago, Direttore dell’Unità di Farmacologia Clinica e Farmacovigilanza del Policlinico di Catania.

La Conferenza raccoglierà l’adesione di duecento esperti dell’area del farmaco che si confronteranno sul tema dell’impatto che l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia ha prodotto sulla gestione del farmaco in fase registrativa e post-registrativa, inclusa la modalità di raccolta dei dati nel “real world” e l’influenza sulla politica del farmaco a livello regionale. Al centro del dibattito anche il primo vaccino Pfizer Biontech, argomentato dalla stessa direzione medica di Pfizer. 

“La conferenza rappresenta il momento più significativo dell’attività formativa del Master di II livello in Discipline Regolatorie del farmaco – sottolinea il professore Drago –. Avremo la possibilità di sentire non solo i massimi esperti del settore farmaceutico ma anche rappresentanti delle regioni italiane che hanno affrontato l’emergenza sanitaria in maniera autonoma ed efficiente. Mi auguro si possa sviluppare un dibattito ampio e costruttivo, affinché questa esperienza così dura per la nostra Nazione possa darci nuovi spunti per ottenere migliori risultati nel futuro”.

Il programma prevede interventi di altissimo livello. Dopo i saluti istituzionali di Francesco Priolo, 𝑅𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝑈𝑛𝑖𝑣𝑒𝑟𝑠𝑖𝑡𝑎̀ 𝑑𝑖 𝐶𝑎𝑡𝑎𝑛𝑖𝑎, Massimo Scaccabarozzi, 𝑃𝑟𝑒𝑠𝑖𝑑𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑑𝑖 𝐹𝑎𝑟𝑚𝑖𝑛𝑑𝑢𝑠𝑡𝑟𝑖𝑎, Renato Bernardini, 𝐶𝑜𝑚𝑝𝑜𝑛𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑑𝑒𝑙 𝐶𝑜𝑛𝑠𝑖𝑔𝑙𝑖𝑜 𝑑’𝐴𝑚𝑚𝑖𝑛𝑖𝑠𝑡𝑟𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙’AIFA e Giorgio Racagni, 𝑃𝑟𝑒𝑠𝑖𝑑𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 Società Italiana di Farmacologia, è prevista la lettura introduttiva di Guido Rasi, (𝑒𝑥 𝐷𝑖𝑟𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 Generale 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝐴𝑔𝑒𝑛𝑧𝑖𝑎 𝐸𝑢𝑟𝑜𝑝𝑒𝑎 𝑑𝑒𝑖 𝑀𝑒𝑑𝑖𝑐𝑖𝑛𝑎𝑙𝑖). Seguiranno gli interventi di Patrizia Popoli (𝐷𝑖𝑟𝑖𝑔𝑒𝑛𝑡𝑒 dell’Istituto Superiore Sanità di Roma e Presidente della Commissione Tecnico-Scientifica di AIFA), Sandra Petraglia (𝐷𝑖𝑟𝑖𝑔𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝐴𝑟𝑒𝑎 𝑃𝑟𝑒-𝐴𝑢𝑡𝑜𝑟𝑖𝑧𝑧𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑i AIFA), Luca Pani (ex Direttore Generale di AIFA), Loredano Giorni (𝐷𝑖𝑟𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝐸𝑆𝑇𝐴𝑅 𝑇𝑜𝑠𝑐𝑎𝑛𝑎), Valentina Marino (𝐷𝑖𝑟𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑀𝑒𝑑𝑖𝑐𝑜 di Pfizer Italia), Claudio Iommi (𝑃𝑟𝑜𝑓𝑒𝑠𝑠𝑜𝑟𝑒 𝑑𝑖 𝐸𝑐𝑜𝑛𝑜𝑚𝑖𝑎 𝑆𝑎𝑛𝑖𝑡𝑎𝑟𝑖𝑎 all’𝑈𝑛𝑖𝑣𝑒𝑟𝑠𝑖𝑡𝑎̀ 𝐵𝑜𝑐𝑐𝑜𝑛𝑖) e Armando Genazzani, (𝐶𝑜𝑚𝑝𝑜𝑛𝑒𝑛𝑡𝑒 della Commissione Tecnico-Scientifica 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝐴𝑔𝑒𝑛𝑧𝑖𝑎 𝐸𝑢𝑟𝑜𝑝𝑒𝑎 𝑑𝑒𝑖 𝑀𝑒𝑑𝑖𝑐𝑖𝑛𝑎𝑙𝑖). 

È possibile seguire i lavori della conferenza, registrandosi gratuitamente attraverso questo link: form.jotform.com/CoProm/conferenza-sulla-farmaceutica-2021.

error: Contenuto protetto!