Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

La Storia di Catania

La Storia di Catania
Catania

In origine territorio Sicano, Catania è stata poi rifondata da coloni Greci nel 729 a.C. e riconquistata da Gerone I di Siracusa.

Prima di passare sotto il dominio romano, la città conoscerà il dominio di Trasibulo, dei katanaioi e di Dionigi il Vecchio. Con i Romani Catania accoglie un anfiteatro di enormi dimensioni, secondo solo al Colosseo.

Questo dimostra come ai tempi la città fosse florida e ricca.
Nel VI secolo è la volta degli Ostrogoti di re Teodorico, che penserà alla ricostruzione delle mura della città. A seguire si alternano nel dominio della città Bizantini, Musulmani, Normanni e Svevi. I famosi moti noti come Vespri Siciliani arrivano con l’occupazione militare degli Angioini. Catania diventa sotto gli Aragonesi capitale del regno di Trinacria. Caduto il regno, si passa dall’indipendenza al dominio spagnolo prima e dei Savoia e borbonico dopo. Nel 1860 anche Catania rientra nel Regno d’Italia.

Memorabili nella storia di Catania sono l’eruzione vulcanica del 1669 e i due terremoti del 1169 e del 1693.
La città barocca di oggi è frutto della ricostruzione di illustri architetti.
La storia di Catania dimostra come la città sia sempre riuscita a rinascere in seguito a saccheggi, terremoti ed eruzioni vulcaniche.

Sto caricando…
0,00 €
Disponibilità
da:
3 Novembre 2018

Olio extra-vergine d’oliva 2018

La raccolta della produzione 2018 di olive è terminata e il nostro olio extra-vergine d’oliva  è di qualità eccellente come sempre. Da quest’anno il gusto classico è anche presidio Slow Food. Il nostro uliveto ultra centenario è stato riconosciuto come eccellenza italiana. La produzione è monocultivar e la spremitura a freddo per le tre varietà: Nocellara del Belìce: gusto intenso e forte con sentore di pomodoro. Giuseppe consiglia: “con arrosti importanti e bruschette” Cerasuola: gusto classico della varietà trapanese, profumo di erba fresca e carciofo Giuseppe consiglia: “a crudo con le insalate, per il pesto alla trapanese e per una frittura croccante”…

Su questo sito utilizziamo i cookies per raccogliere utili informazioni circa il suo utilizzo e migliorare ogni giorno l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l'informativa estesa nella pagina dedicata alla nostra Cookie Policy, dove potrai inoltre modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi