fbpx

Castello Nelson – Bronte, Catania

Castello Nelson – Bronte, Catania

L’Abbazia di Santa Maria di Maniace (chiamata anche Ducea di Nelson, e Ducea di Maniace) è situata tra i comuni di Bronte e Maniace, in provincia di Catania. La sua fondazione risale al XII secolo per volontà di Margherita di Navarra, regina di Sicilia, la quale, spinta dalla sua devozione verso la Madonna, volle creare un monastero benedettino che mirava ad ospitare i pellegrini e difenderli dagli attacchi saraceni. Il Monastero fu eretto a fianco della Torre di Guardia successivamente danneggiata dal sisma del 1693 la quale aveva lo scopo di difendere il percorso (considerato il più importante dell’isola).

Origine del nome Mariace

Il nome “Maniace” deriva da un avvenimento bellico verificatosi nel 1040, quando il generale bizantino, Giorgio Maniace, combattè nella valle contro un numeroso esercito arabo, sconfiggendolo. Lo scontro dovette essere tremendo, tanto che il fiume vicino da allora chiamato appunto Saracena si colorò di rosso a causa del sangue versato. In occasione delle rivolta napoletana, Re Ferdinando III ottenne l’aiuto dell’ammiraglio Nelson, per contrastare i rivoltosi i quali minacciavano il trono dei Borboni. Per questa ragione, con decreto del 1799, il Re Ferdinando III conferì il castello di Santa Maria di Maniace all’ammiraglio, nominandolo Duca di Bronte e divenendo così, feudatario dell’omonimo paese. Il decreto fece cessare la funzione del monastero mentre i terreni furono gestiti dai discendenti di Nelson.

Villaggio Caracciolo

In seguito, il territorio, espropriato dal governo italiano in occasione della seconda guerra mondiale, venne assegnato all’Ente Riforma Agraria che realizzò, ai lati del Castello, il “Villaggio Caracciolo” per ricordare una celebre vittima di Orazio Nelson. L’Ente quotizzò tutta la proprietà e la popolò di case coloniche modernamente e razionalmente attrezzate con, stalle, magazzini e abitazione. L’Italia perdette la guerra e la proprietà fu rivendicata dai vecchi proprietari che abbatterono il “Villaggio Caracciolo”, cacciarono i coloni, ripristinarono i loro diritti e la loro maniera di amministrare.

Un avvenimento di questi ultimi anni ha fatto vivere al vecchio Monastero l’ultima fase della sua storia: l’ultimo erede, vende ogni cosa, proprietà terriere e fabbricato, capitalizzando la somma di cinque miliardi. Il privilegio è toccato all’Amministrazione Comunale di Bronte che è riuscita ad assicurarsi la proprietà del fabbricato e di 17 e più ettari di terreno vicino (1981) con l’intento di fare di esso un luogo turistico e di cultura di alto interesse e di prestigio.

Castello Ammiraglio Nelson di Maniace

Castello Nelson – Bronte, Catania

Il Castello è costituito da tre edifici principali: un’abbazia benedettina, la Chiesa di S. Maria in stile arabo-normanno e la dimora nobiliare dei duchi Nelson-Bridport.

Nel cortile dal quale si accede alle stanze, è stata collocata una croce in memoria dell’Ammiraglio.
Oggi, nelle vecchie stanze di Nelson, è presente un museo, mentre gli antichi granai sono stati trasformati in grandi sale congressi.

Lungo le pareti interne è possibile ammirare diversi ritratti della famiglia Nelson e dove vengono evidenziati numerosi documenti storici, mentre all’esterno, un giardino suggestivo in stile inglese ed un grande parco dove sono presenti sculture realizzate in pietra lavica, fanno del luogo uno scenario straordinario.

Il santo patrono di Maniace è San Sebastiano il quale viene ricordato il 20 gennaio di ogni anno.

error: Contenuto protetto!