Nei meandri della roccia vulcanica presente sul territorio acese è possibile imbattersi in cavità e anfratti lavici che caratterizzavano anche in passato i sentieri che si dispiegavano tra la città di Acireale e la marina. Nell’incantevole scenario dell’attuale riserva naturale della “Timpa”, spaccato geologico etneo di origine vulcanica, i fedeli si recavano sin dal XVIII secolo a venerare la Vergine Maria presso la Chiesa di Nostra Signora dei Raccomandati.

Presepe ad Acireale

Presepe ad Acireale

Di ritorno dalla celebrazione della S. Messa nella suddetta chiesa, percorrendo il bosco di Aci – una folta macchia caratterizzata dalla ricca presenza di diversi alberi selvatici tra cui pini, abeti, querce e castagni, il sacerdote don Mariano Valerio (1707-1793) assieme a quattro suoi confratelli dovette rifugiarsi in una caverna tutt’altro che accogliente a causa di un improvviso e violento temporale. La spelonca di scorrimento lavico creatasi da un’antica eruzione dell’Etna era adoperata dai contadini come ricovero per il bestiame, ma, nei racconti popolari, si narrava fosse un rifugio di banditi e animali selvatici. Era un sabato di fine estate del 1741, ed in questa forzata sosta l’ispirazione: don Mariano colpito dalla suggestiva profondità e oscurità dell’ambiente maturò l’idea di trasformare la grotta in un luogo dedicato alla Natività.

Organizzato da Siciliatourleaders e BCsicilia si terrà sabato 18 dicembre 2021 alle ore 10,00 una visita guidata al Presepe nella Grotta della Chiesa S. Maria della Neve ad Acireale. Prenotazione obbligatoria entro il 15 dicembre 2021 inviando una email a: [email protected]. La visita è gratuita per i soci di Siciliatourleaders e BCsicilia. Per i non soci è previsto un contributo di partecipazione di 5 Euro.

Posto: Chiesa S. Maria della Neve ad Acireale
error: Contenuto protetto!