Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Museo Etnoantropologico della civiltà contadina

Museo Etnoantropologico della civiltà contadina
Musei e Monumenti

Museo Etnoantropologico della civiltà contadinaMuseo Etno-antropologico della civiltà contadina

Il Museo Etnoantropologico della civiltà contadina di Agrigento è stato inaugurato nel 1991 ed è stato realizzato presso la scuola media statale “G. Palombo”. Gli insegnanti, gli alunni e le loro famiglie si sono impegnati fortemente nella realizzazione di questo progetto e hanno anche donato oggetti ed altro appartenenti loro.

Oggi il museo contiene circa 1400 reperti ed suddiviso in tre principali sezioni: Ambiente casalingo, Mondo Contadino e Attività Artigiana. Un museo per ripercorrere la storia, le usanze, per provare ad immaginare come vivevano i contadini di un tempo e cosa c’è ancora di loro.

L’ambiente del Museo è ben articolato e l’ambiente domestico ben ricostruito, con il letto, realizzato con cavalletti di ferro, tavole in legno e materasso imbottito di fibra vegetale, con accanto una culla in ferro battuto. Alla parete si possono ammirare immagini sacre, l’acquasantiera e le foto di famiglia.

Immancabile la cassapanca, dove un tempo si era soliti conservare la biancheria. Di fronte alla camera da letto si trova la cucina con tutto l’arredamento, tegami di creta, piattaia in legno e “sbriga” per impastare la farina e la madia fanno bella mostra sul piano inferiore della cucina.

Nella parte superiore invece si possono ammirare i “vasceddi”, contenitori per scolare la ricotta e il formaggio, cucchiai di legno e tappa bottiglie.

Sto caricando…
0,00 €
Disponibilità
da:
3 Novembre 2018

Olio extra-vergine d’oliva 2018

La raccolta della produzione 2018 di olive è terminata e il nostro olio extra-vergine d’oliva  è di qualità eccellente come sempre. Da quest’anno il gusto classico è anche presidio Slow Food. Il nostro uliveto ultra centenario è stato riconosciuto come eccellenza italiana. La produzione è monocultivar e la spremitura a freddo per le tre varietà: Nocellara del Belìce: gusto intenso e forte con sentore di pomodoro. Giuseppe consiglia: “con arrosti importanti e bruschette” Cerasuola: gusto classico della varietà trapanese, profumo di erba fresca e carciofo Giuseppe consiglia: “a crudo con le insalate, per il pesto alla trapanese e per una frittura croccante”…

Su questo sito utilizziamo i cookies per raccogliere utili informazioni circa il suo utilizzo e migliorare ogni giorno l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l'informativa estesa nella pagina dedicata alla nostra Cookie Policy, dove potrai inoltre modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi