Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Palazzo Steri Palermo

Palazzo Steri Palermo
Itinerario dei Castelli Siciliani

Palazzo Steri PalermoPalazzo Steri Palermo

Palazzo Steri fu costruito nel 1307 dalla famiglia dei Chiaramonte e prese il suo nome da Hosterium, dimora fortificata per il fatto che nel 1392 Andrea, ultimo discendente della famiglia Chiaramonte, sia stato giustiziato all’ingresso dell’edificio. Le destinazioni principali del palazzo, nel corso del tempo, sono cambiate nel ‘600, infatti, diventò sede del tribunale dell’inquisizione del Santo Uffizio motivo per il quale nel palazzo vennero costruite delle carceri e la sala delle torture.

Palazzo Steri Palermo

Nell’800 divenne sede degli uffici giudiziari e infine diventò sede del Rettorato dell’Università di Palermo. Ancora oggi nel Carcere dei Penitenziari (una sala all’interno del palazzo raggiungibile dal cortile) si possono osservare delle scritte, disegni e pitture delle vittime che furono sottoposti al processo e furono imprigionate. Il Palazzo Steri si presenta con i suoi tre piani e la facciata con due trifore in stile gotico. All’interno del palazzo si può visitare il Grande Salone famoso per la bellezza dei soffitti lignei sui quali sono rappresentate delle storie bibliche e cavalleresche risalenti agli ultimi anni del ‘300.

>> Itinerario dei Castelli Siciliani

Sto caricando…
0,00 €
Disponibilità
da:
3 Novembre 2018

Olio extra-vergine d’oliva 2018

La raccolta della produzione 2018 di olive è terminata e il nostro olio extra-vergine d’oliva  è di qualità eccellente come sempre. Da quest’anno il gusto classico è anche presidio Slow Food. Il nostro uliveto ultra centenario è stato riconosciuto come eccellenza italiana. La produzione è monocultivar e la spremitura a freddo per le tre varietà: Nocellara del Belìce: gusto intenso e forte con sentore di pomodoro. Giuseppe consiglia: “con arrosti importanti e bruschette” Cerasuola: gusto classico della varietà trapanese, profumo di erba fresca e carciofo Giuseppe consiglia: “a crudo con le insalate, per il pesto alla trapanese e per una frittura croccante”…

Su questo sito utilizziamo i cookies per raccogliere utili informazioni circa il suo utilizzo e migliorare ogni giorno l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l'informativa estesa nella pagina dedicata alla nostra Cookie Policy, dove potrai inoltre modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi