Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Castello di Sperlinga – Enna

Castello di Sperlinga – Enna
Itinerario dei Castelli Siciliani

Castello di Sperlinga - EnnaCastello di Sperlinga – Enna

Il castello di Sperlinga fu costruito intorno al 1082 su monti Nebrodi, in provincia di Enna.
Il suo nome deriva dal latino e significa “antro naturale profondo e oscuro”.

Una cinquantina di grotte, scavate intorno all’800 dai bizantini, costituivano il centro abitato.
Oggi alcune di queste sono state acquistate dal comune e adibite a musei, Museo Etnoantropologico, dove è possibile ritrovare antichi oggetti della cultura contadina dell’epoca.

La particolarità di questo castello sta nel fatto che sfrutta e impiega la roccia come piano costruttivo: è composto sia da ambienti scavati nella roccia (stalle, prigioni e depositi), sia da strutture poste ai lati della roccia stessa tutti posti su diversi livelli.

Castello di Sperlinga

Dell’antica grandezza del castello oggi resta poco da vedere una parte: delle antiche mura, la bifora considerata monumento nazionale, la sala di rappresentanza del principe, la cappella e la ripida scalinata intagliata nella pietra che conduce alla torre d’avvistamento dove si può godere di uno spettacolare paesaggio. Nel 1914 fu demolita la maggior parte del castello anche se oggi, in seguito ad un consolidamento degli anni ’80 lo stato dei ruderi risulta stabile e compatto.

>> Itinerario dei Castelli Siciliani

Sto caricando…
0,00 €
Disponibilità
da:
3 Novembre 2018

Olio extra-vergine d’oliva 2018

La raccolta della produzione 2018 di olive è terminata e il nostro olio extra-vergine d’oliva  è di qualità eccellente come sempre. Da quest’anno il gusto classico è anche presidio Slow Food. Il nostro uliveto ultra centenario è stato riconosciuto come eccellenza italiana. La produzione è monocultivar e la spremitura a freddo per le tre varietà: Nocellara del Belìce: gusto intenso e forte con sentore di pomodoro. Giuseppe consiglia: “con arrosti importanti e bruschette” Cerasuola: gusto classico della varietà trapanese, profumo di erba fresca e carciofo Giuseppe consiglia: “a crudo con le insalate, per il pesto alla trapanese e per una frittura croccante”…

Su questo sito utilizziamo i cookies per raccogliere utili informazioni circa il suo utilizzo e migliorare ogni giorno l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l'informativa estesa nella pagina dedicata alla nostra Cookie Policy, dove potrai inoltre modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi