Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Castello Chiaramontano – Palma di Montechiaro

Castello Chiaramontano – Palma di Montechiaro
Itinerario dei Castelli Siciliani

Castello Chiaramontano – Palma di Montechiaro

Il Castello Chiaramontano di Palma di Montechiaro è stato costruito nel 1353 ed è l’unico castello chiaramontano a sorgere sul mare, su uno strapiombo denominato “Baia delle Sirene” in prossimità di Marina di Palma. Fu fondato da Federico III Chiaramonte, trasferito poi ai suoi successori: Manfredi II, I e Andrea, il quale accusato di ribellione, fu fatto decapitare. Tutti i suoi beni furono confiscati e la proprietà del castello fu trasferita per riconoscimento e gratitudine, alla famiglia Caro che per cancellare la memoria dei precedenti signori, ne cambiò il nome originario da “Rocca dei Chiaramonte “ in Montechiaro.

Carlo Tomasi sposò Francesca, figlia della famiglia Caro, ottenendo così il titolo di duca di Palma e principe di Lampedusa. Il Castello rimase in mano ai Tomasi fino al 1957, anno in cui morì il discendente, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, famoso autore del romanzo “Il Gattopardo” nel quale parla dell’aristocrazia siciliana dell’epoca risorgimentale. Il castello successivamente passò ai marchesi Bilotti Ruggi d’Aragona. Abbandonato al degrado per parecchio tempo, solo nel 1995 il Sindaco, a causa delle disastrose condizioni statiche in cui versava il Castello, fece transennare i territori circostanti la fortezza, al fine di impedirne l’accesso ai visitatori. I lavori di ripristino del castello si sono svolti tra il 2002 e il 2003 poiché ritenuto un bene di grande importanza e valore storico.

Castello Palma di Montechiaro ad Agrigento

Il Comune di Palma di Montechiaro ha recentemente acquisito la piena proprietà del castello. Si accede al Castello tramite una strada in salita piena di ciottoli, la quale porta al portone d’ingresso che permette l’accesso nella corte interna. La terrazza presenta ancora una serie di merli in muratura di tipo guelfo. Il piano terra ospita la cappella e dove viene conservata la statua della Madonna di Montechiaro, scultura in marmo, realizzata da Antonello Gagini sottratta agli abitanti di Palma Montechiaro dagli Agrigentini scaturendo così una cruenta battaglia combattutasi presso un corso d’acqua chiamato, “vallone della battaglia”. Vittoriosi furono gli abitanti di Palma Montechiaro.
(Foto: CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=900480)

>> Itinerario dei Castelli Siciliani

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi